Mostra della Collezione - Museo Storico Archeologico di Santarcangelo

wystawa stala

w skrócie

Nella sezione archeologica particolare risalto è dovuto alle lucerne provenienti dall'area della Pieve di S. Michele e dalla Lottizzazione Spina. Mentre nella sezione storico artistica meritano una menzione la "Madonna con il bambino fra i santi Francesco e Giorgio" di Luca Longhi e la "Madonna con il bambino" di Guido Cagnacci.
Lottizzazione Spina, lucerne di imitazione dei tipi africani: sul disco, raffigurazioni stilizzate, simboliche o di animali.
© Istituto Musei Comunali Santarcangelo di Romagna

wejscie dla zwiedzajacych

Palazzo Cenci
Via della Costa, 26
47822 Santarcangelo di Romagna
Włochy 

muzeum

MUSAS - Museo Storico Archeologico di Santarcangelo

w szczególach

LE LUCERNE:
Nonostante si tratti di una tipologia ormai ben identificata in Romagna e altrove, sono state rinvenute a Santarcangelo un gruppo consistente di lucerne che si caratterizzano per la loro specificità tecnica e decorativa. I tipi sono riconducibili a forme di imitazione delle lucerne africane che, sin dalla tarda età imperiale romana e poi fino al VI-VII secolo d.C. si diffusero con straordinario successo per tutto il Mediterraneo. Gli esemplari santarcangiolesi erano realizzati a matrice a doppia valva, una per la parte superiore e l'altra per il fondo, con decorazione sulla spalla e sul disco, molto stilizzata e ispirata alle coeve produzioni africane.

I DIPINTI:
La "Madonna con il Bambino fra i santi Francesco e Giorgio" di Luca Longhi, proviene dalla Chiesa di San Francesco, fondata nel XIII secolo fuori dalle mura, sull'antica via Emilia e sul limitare dell'area adibita ai mercati e alle fiere, e soppressa definitivamente nel 1862. La tavola è del 1531, firmata e datata in basso a sinistra, mentre a destra è raffigurato in completa armatura e inginocchiato, il committente Antonello Zampeschi, che ebbe in feudo Santarcangelo dal 1530 al 1534. Sempre in basso ma al centro, vi è lo stemma dei Zampeschi. Più recente è invece la "Madonna con il Bambino" di Guido Cagnacci, dipinto nel 1625. E' un'opera di particolare rilievo dato che si tratta di un raro dipinto giovanile che riflette il forte rinnovamento delle immagini sacre richiesto dal Concilio tridentino e dovuto all'impulso delle confraternite laicali e dei nuovi ordini religiosi.
miejsce wystawy na mapie Google

slowa kluczowe

godziny otwarcia

nd
16:30 - 19:30
pn
-
wt
16:30 - 23:30
sr
16:30 - 19:30
czw
16:30 - 19:30
pt
16:30 - 23:30
so
16:30 - 19:30
Martedi e Vendredi chiuso 19:30 - 21:30 / On Tuesdays and Fridays the museum closes betwen 7:30 pm and 9:30 pm

Orario invernale (1 novembre - 30 aprile): Sabato - Domenica: 15:30 - 18:30 / Winter (1 November - 30 April): Open Saturday and Sunday: 3:30 pm - 6:30 pm

euromuse.net - portal wystaw dla Europy