Museo del Balì

 

in short

Science-center situato in una villa settecentesca con postazioni interattive su diversi argomenti di fisica e matematica, un planetario ottico e un osservatorio astronomico, dotato di strumentazione per l'esplorazione del cielo in ottico e in radio.
Il Museo del Balì
© Museo del Balì
Logo: Museo del Balì

Museo del Balì

in detail

Inaugurato nel 2004, il Museo del Balì è uno science-center progettato secondo la tradizione dell’Exploratorium di San Francisco ed è ospitato in una stupenda villa settecentesca ristrutturata alla fine degli anni novanta.

Nelle sale del piano terra sono collocate postazioni interattive da provare in prima persona, grazie alle quali il museo si allinea ai moderni science-center internazionali e rispecchia la ormai collaudata filosofia “hands-on” nella comunicazione della scienza. Osservare, toccare, ragionare: ecco come ci si muove lungo un percorso conoscitivo che dai principi della percezione porta a indagare la natura delle cose con exhibit di fisica e matematica. Grazie, poi, alla presenza di un planetario e di un osservatorio, il Museo del Balì possiede una forte impronta astronomica che completa il panorama delle discipline toccate e che rende la struttura ancora più peculiare sul territorio nazionale.

L'esposizione permanente, raggruppata in apposite sale, prevede un percorso conoscitivo distinto per discipline: sale della percezione con illusioni ottiche e sensoriali quali: la fusione dei volti, il triangolo impossibile, lettura impossibile, parallele non parallele, la camera distorta, uno specchio sulla luna, il percorso impercorribile, la mano disubbidiente, il caleidoscopio gigante, lo specchio anti gravità, il mirage ed altri exhibit che spiegano il funzionamento dell’occhio e dell’orecchio. La sala dedicata alla fisica comprende exhibit sulla luce: colora la tua ombra, studia la luce, la lente gigante; sulle onde: quadri di sapone, specchi sonori, gli spettri in casa, il silenzio del vuoto, la molla gigante; sulla meccanica: il segreto delle pattinatrici, rocchetti in discesa, cadere in salita, il potere della rotazione,i pendoli di Newton, gara di velocità, il pendolo di Foucault, l'imbuto gravitazionale; dell’elettromagnetismo: anello di bussole, la terra come magnete. La sala dedicata alla matematica contiene exhibit sui teoremi di Pitagora e di Euclide, sulla statistica, la distribuzione di Gauss e sul caos.

Una grande stanza al I piano contiene un planetario ottico con 46 posti, dedicato a Giuseppe Occhialini, padre dell’astrofisica delle alte energie, nativo della vicina Fossombrone, che permette l’osservazione del cielo sotto una cupola di 8 metri di diametro. Suggestivi spettacoli guidati permettono di assaporare le meraviglie di una notte stellata in un viaggio tra le stelle, costellazioni e pianeti. Spettacoli tematici permettono inoltre di approfondire concetti della moderna astronomia e astrofisica e di spaziare nel campo della storia e della letteratura.

Nel parco della Villa è collocato l'osservatorio astronomico che permette l'osservazione in diretta dei principali oggetti celesti del cielo notturno e del Sole. Il moderno parco strumenti dell'osservatorio comprende un telescopio principale (modello Ritchey-Chrétien da 40 cm di diametro) utilizzato per l’osservazione di oggetti deboli; un riflettore da 18 cm dedicato all’osservazione dei pianeti; un rifrattore da 12 cm per l'osservazione di oggetti luminosi; un telescopio solare con filtro interferenziale H-alpha; un telescopio solare con filtro interferenziale Ca-K; un Dobson da 30 cm di diametro autotracking; un binocolo astronomico 20x8. Da maggio 2013 è stato installato accanto all’osservatorio un radiotelescopio, il primo - e per ora unico - strumento di questo tipo dedicato esclusivamente alla divulgazione sull'intero territorio nazionale. Il radiotelescopio permette di esplorare l'Universo in una banda di frequenze invisibile all'occhio umano.

La mission del museo è motivare, emozionare, stupire, divertire e, nel contempo, far riflettere e far ragionare per produrre nel visitatore/studente un cambiamento, nuove conoscenze ed un nuovo atteggiamento nei confronti della scienza.

L’offerta del Museo è, quindi, rivolta a tutti, sia al pubblico generico, con eventi speciali e suggestivi spettacoli dal contenuto scientifico, dalla fisica della vita quotidiana all'osservazione del cielo, sia agli studenti delle scuole di ogni ordine e grado, con attività di laboratorio progettate e condotte da esperti animatori. Particolare attenzione è rivolta alle famiglie, alle quali sono riservate le ultime domeniche del mese, da ottobre a maggio, con l’offerta di laboratori per genitori e figli, dimostrazioni scientifiche, planetari, anche per i più piccoli, osservazioni del cielo.
Villa del Balì
Admission
5,00 euro solo museo 7,00 euro museo e planetario 5,00 euro solo osservatorio Riduzioni per bambini, ragazzi, anziani, docenti Tariffe a parte per le scuole
The museum on google maps:

keywords

technics, Cina, sale, arti, viaggi, tradizione, matematica, didattica, interattivo, planetario, osservatorio, astronomia, radiotelescopio, science-center, divulgaizone, telescopi ottici, occhiali, filosofia, radio, statistica

Visitor entrance

Villa del Balì
Località San Martino
61030 Saltara
Italy
view on a map

Opening Times

Sun
15:00 - 19:30
Mon
-
Tue
-
Wed
-
Thu
-
Fri
-
Sat
-
July - August opening Sundays from 18:30 to 23:30

For changing additional opening hours please check our website.

euromuse.net - The exhibition portal for Europe