Ca’ Rezzonico - Museo del Settecento veneziano

 

in short

Ha sede nel monumentale Palazzo Rezzonico ed è concepito come museo ambientale. Tra preziosi arredi e suppellettili dell’epoca, ospita importanti opere pittoriche del Settecento Veneziano, dai Tiepolo a Rosalba Carriera, dai Longhi ai Guardi a Canaletto.
Ca’ Rezzonico – Museo del Settecento veneziano
© Fondazione Musei Civici di Venezia
Logo: Ca’ Rezzonico - Museo del Settecento veneziano

Ca’ Rezzonico - Museo del Settecento veneziano

in detail

Ha sede nel monumentale Palazzo Rezzonico, opera di Longhena e Massari, ed è concepito come museo ambientale. Tra preziosi arredi e suppellettili dell’epoca, ospita importantissime dipinti e affreschi del Settecento Veneziano, dai Tiepolo a Rosalba Carriera, dai Longhi ai Guardi a Canaletto. Il percorso di visita, che  inizia dal grande scalone d’onore progettato da Giorgio Massari, sul lato opposto al Canal Grande. Si sviluppa al primo piano, attraverso undici sale, dove è possibile ammirare, dipinti, sculture, e arredi settecenteschi, oltre ai preziosi affreschi decorativi dei soffitti. Tra queste si segnala in particolare la Sala detta “del Brustolon”, dove sono esposti alcuni dei massimi capolavori dell’intaglio veneto del primo Settecento. Al secondo piano, che si apre con il portego dei dipinti dominato da due tele giovanili del Canaletto, da non perdere sono la sala dedicata all'opera del Longhi e gli affreschi staccati dalla Villa Zianigo eseguiti da Giandomenico Tiepolo. Al terzo piano, infine, oltre alla Farmacia Ai do San Marchi, è ospitata la preziosa Pinacoteca Egidio Martini. Infine, il Mezzanino Browning, a cui si accede dalla scala posta accanto alla caffetteria, ospita le opere della Collezione Mestrovich, tra cui spiccano autori quali Iacopo Tintoretto, Bonifacio de’ Pitati.
Ca' Rezzonico
Il grandioso palazzo, ora sede del Museo del Settecento Veneziano, venne costruito a partire dal 1649 per la nobile famiglia Bon, su progetto del massimo architetto del barocco veneziano, Baldassarre Longhena. La sua morte nel 1682, quasi contemporanea a quella del committente e le difficoltà economiche della famiglia Bon causarono la sospensione dei lavori, lasciando il palazzo incompiuto. Giambattista Rezzonico, mercante e banchiere, acquistò nel 1751 il palazzo e ne affidò il completamento a Giorgio Massari, uno dei più affermati ed eclettici professionisti del medio Settecento veneziano. I lavori procedettero con rapidità e nel 1756 l’edificio risulta completato. Contemporaneamente alla conclusione dei lavori, si diede il via anche alla decorazione dell’edificio, con l’intervento dei maggiori pittori allora attivi a Venezia: Giambattista Crosato, autore degli affreschi del salone in collaborazione col quadraturista Pietro Visconti, Giambattista Tiepolo, cui spettano i due soffitti realizzati in occasione delle nozze tra Ludovico Rezzonico e Faustina Savorgnan, il giovane Jacopo Guarana e Gaspare Diziani
Admission
Full price: 10,00 eur. Reduced: 7,50 eur. School offer: 4,00 eur
The museum on google maps:

keywords

Visitor entrance

Ca' Rezzonico
Dorsoduro 3136, Venezia
30123 Venice
Italy
view on a map

Opening Times

Sun
10:00 - 18:00
Mon
10:00 - 18:00
Tue
-
Wed
10:00 - 18:00
Thu
10:00 - 18:00
Fri
10:00 - 18:00
Sat
10:00 - 18:00
From April 1st to October 31st 10am – 6pm (ticket office 10am – 5pm). From November 1st to March 31st 10am – 5pm (ticket office 10am – 4pm). Closed on Tuesdays, December 25th, January 1st and May 1st.

euromuse.net - The exhibition portal for Europe