Oggetti Balsamici - Macchine, strumenti e oggetti del passato per la produzione e la conservazione di Aceto Balsamico Tradizionale

permanent exhibition

in short

La mostra permanente esposta nel Museo propone al visitatore una collezione di strumenti e recipienti, per produrre e conservare il Balsamico Tradizionale, utilizzati nei secoli passati ( dal XVII al XX secolo).
Bottiglie in vetro
© Rocco Bizzarri

Visitor entrance

Villa Fabriani
Via Roncati, 28
41057 Modena
Italy 

Detailed information about the museum on euromuse.net

Museo dell'Aceto Balsamico Tradizionale di Modena

in detail

La mostra permanente esposta nel Museo propone al visitatore una collezione di strumenti e recipienti, per produrre e conservare il Balsamico Tradizionale, utilizzati nei secoli passati ( dal XVII al XX secolo).Nella sala della “Botte” si possono ammirare: una pigiatrice per la pigiatura “a piedi” del XIX secolo,un tino per la raccolta del mosto appena pigiato, una pigiatrice a manovella con rulli regolabili e un paiolo di rame per la cottura del mosto.

Nella seconda sala si possono ammirare soprattutto recipienti e bottiglie per il Balsamico:alcuni esempi di “tragno”in terracotta del diciannovesimo secolo, bottiglie e filtri per Balsamico in vetro del XVIII e XIX secolo, fiasche e “sàz” del XIX e XX secolo.Questi attrezzi hanno la semplice essenzialità del mondo contadino in cui gli oggetti, sebbene spesso prodotti da adattamenti e reimpieghi, non sono mai frutto di casualità.

Modelli e tipologie restano invariati per decenni, se non per secoli, cadenzandosi sulla lenta evoluzione del lavoro dei campi. Ne è un esempio il tragno nel quale si conservava il Balsamico al termine del processo fino al prelievo dell’anno successivo; la sua forma deriva dalle fiasche da pellegrino rinascimentali, così come quella delle fiasche di vetro impagliate o delle bottiglie di terracotta che avevano il medesimo scopo.

I secchi e gli imbuti di rame usati per i rabbocchi e i travasi delle botticelle sono gli stessi che compaiono nel processo di vinificazione così come zucche, bottiglie e imbuti in vetro soffiato. Una maggiore specificità si riscontra, invece, nelle fini bottigliette destinate ai doni e nell’alzavino o sàz, la pipa in vetro impiegata per piccoli prelievi d’assaggio.

Alcune di queste suppellettili hanno finito per divenire l’immagine emblematica della tradizione del Balsamico, come il tragno e l’alzavino, assumendo, inoltre, l’originalità dei tratti caratteristici delle manifatture modenesi.
Admission
2,00/1,00 EUR;

con degustazione - with tasting: 4,00/2,00 EUR
(domenica dalle 9:30 alle 12 oppure su prenotazione/ tasting is possible on Sunday from 9:30 to 12 am or with booking);

0-18y gratuito - Free entry

The exhibition venue on google maps:

keywords

technics, rame, oro, lavoro, tradizione, balsamico, bottiglie, fiasche, recipienti, evoluzione, vetro, terracotta

Opening Times

Sun
09:30 - 19:00
Mon
-
Tue
09:30 - 19:00
Wed
09:30 - 19:00
Thu
09:30 - 19:00
Fri
09:30 - 19:00
Sat
09:30 - 19:00
Chiuso il lunedì e tutti i giorni dalle 13:00 alle 15:00/
Closed on Monday and every day from 1:00 pm to 3:00 pm

euromuse.net - The exhibition portal for Europe